Una esplorazione delle opere difensive realizzate sul monte Orsa durante la Grande Guerra, lungo le trincee e le postazioni d’artiglieria scavate nel cuore della montagna, con magnifiche viste panoramiche sul Ceresio.

Nel mezzo della Prima Guerra Mondiale, mentre l’esercito italiano era impegnato a fronteggiare Austriaci e Tedeschi sugli altipiani del Carso o tra le vette innevate dell’Adamello-Brenta, lo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, comandato dal generale Luigi Cadorna, decideva di rendere operativo il progetto della Frontiera Nord.
Il formidabile sistema difensivo posto lungo il confine alpino avrebbe dovuto proteggere l’Italia da una possibile invasione tedesca passando dalla neutrale Svizzera (come già successo qualche anno prima con il Belgio) e bloccare l’avanzata nemica verso la pianura. Si iniziò così a scavare in profondità le montagne del varesotto e del comasco per realizzare postazioni dove l’artiglieria fosse ben nascosta e protetta, si realizzarono chilometri di trincee posti a difesa dei cannoni e dei mortai, con postazioni per mitragliatrici, fucilieri, ricoveri per le truppe e quant’altro potesse servire in caso di necessità.
Questo sistema fortificato, conosciuto oggi come Linea Cadorna, non entrò mai in funzione in quanto la minaccia di invasione dalle terre elvetiche non prese mai corpo, ma resta oggi come grandiosa testimonianza di quel periodo di morti e sofferenze, di timori e incertezze.
Nella nostra esplorazione percorreremo le lunghe gallerie scavate nella roccia dove avevano sede i cannoni che avrebbero dovuto bombardare le linee avversarie, cammineremo come i soldati del tempo tra le trincee, sporgendoci dalle feritoie per guardare non un esercito nemico ma splendidi scorci panoramici sul Ceresio e le montagne della Svizzera, impareremo a conoscere dove erano collocate le mitragliatrici e per quale motivo fossero poste proprio in quel luogo; rifletteremo sulle atrocità della guerra e ci interrogheremo sulle nefandezze di cui è capace l’uomo, immedesimandoci nella vita dei soldati al fronte, incolpevoli vittime di una strage voluta dai potenti.
Tutte le nostre proposte sono personalizzabili in base alle vostre esigenze, non esitate a contattarci per qualsiasi richiesta o domanda.
Adatto a

Adulti e bambini da 12 anni in su

Dove

Viggiù (VA), Monte Orsa

Info

Difficoltà: medio-impegnativo.
Durata: intera giornata.
Lunghezza 10 km, dislivello +/- 500m.

Percorso ed equipaggiamento

Il percorso è mediamente impegnativo e necessità di un certo allenamento per affrontare la prima parte con alcuni tratti in pendenza elevata; in ogni caso, come in tutte le nostre escursioni, procederemo a ritmo blando e con diverse soste.  
E’ adatto anche famiglie con bambini dai 12 anni in su (passeggini non utilizzabili).
Cani ammessi al guinzaglio.

Necessario abbigliamento comodo e adatto alla stagione, SCARPE DA TREKKINGacquasnack, mantellina o giacca impermeabile in caso di tempo incerto, bastoncini a discrezione dei partecipanti.

In caso di maltempo l’evento potrà essere annullato o rimandato con comunicazione ai partecipanti entro il giorno precedente l’evento.

I partecipanti saranno dotati di copertura assicurativa RC. 

L’escursione sarà condotta da Andrea Burzì,
guida ambientale escursionistica
(tessera AIGAE LO638) e archeologo,
libero professionista ai sensi L. 4/2013.

Per qualsiasi informazione o curiosità puoi contattaci compilando il form qui sotto oppure ai seguenti recapiti:
Cell. 393.47.50.920 (Andrea); E-mail: info@history-trek.it

ERRORE: Compila i campi obbligatori!